Che cosa è

Nei casi di omesso o tardato pagamento del diritto annuale, le Camere di commercio sono tenute ad applicare le sanzioni (come previsto dall'art. 18 della legge 580/1993).
Tali sanzioni sono assoggettate alla disciplina delle sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie (prevista dal decreto legislativo 472/97).
Ogni Camera di commercio può autonomamente determinare i criteri sanzionatori sulla base degli indirizzi previsti nel decreto legislativo 472/97.
Tra gli effetti principali della riforma, l'introduzione della sanzione amministrativa, che consiste nel pagamento, a favore della Camera di commercio competente per territorio, di una somma di denaro, in sostituzione della precedente sovrattassa. Non sono previste sanzioni accessorie.

Come opera

La sanzione è determinata da criteri soggettivi, sulla base della gravità della violazione, desunta dalla condotta e dall'opera eventualmente svolta, per l'eliminazione o l'attenuazione delle conseguenze da parte del trasgressore. Per la prima volta trovano applicazione nel campo del diritto annuale i principi del favor rei e del ravvedimento operoso.

Il Consiglio camerale, con deliberazione n. 2/C del 23 febbraio 2007, ha deliberato il regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative in materia di diritto annuale, consultabile alla pagina Statuto e regolamenti.

Per informazioni sul ravvedimento operoso è possibile consultare la sezione Ravvedimento operoso.

 

Riferimenti normativi

  • Art. 18, comma 3, della legge 29 dicembre 1993, n. 580 "Riordino delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura"
  • Decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 "Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie"
  • Decreto ministeriale 27 gennaio 2005, n. 54 "Regolamento relativo all'applicazione delle sanzioni amministrative in caso di tardivo o omesso pagamento del diritto annuale da parte delle imprese a favore delle Camere di commercio emanato ai sensi dell'art. 5-quater, comma 2 della legge 21 febbraio 2003, n. 27"

AVVISO AGLI UTENTI

Al fine di combattere il diffondersi del coronavirus si avvisa l'utenza che la sede di Breno rimarrà chiusa al pubblico dal 12 marzo 2020 fino a nuova comunicazione.

 




Dove rivolgersi
Ufficio:

Supporto alle imprese

Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - Salone Piano Terra (ingresso da Via Benedetto Croce)

Contatti:

Sportello Virtuale ServiziOnLine

posta elettronica certificata (P.E.C.): registroimprese.brescia@bs.legalmail.camcom.it

Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00
Accesso allo sportello:Rilascio biglietti dalle ore 8.30
Attivit√†¬†dell'ufficio presenti sul sito:Diritto annuale   Soggetti obbligati   Soggetti non obbligati   Nuove iscrizioni   Istruzioni compilazione F24   Cartella esattoriale   Condono   Ravvedimento operoso   Richieste di rimborso   Procedure concorsuali   Modalita' e termini di versamento   Promemoria diritto annuale anni precedenti