Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Registro Imprese >> Metrologia e sicurezza prodotto - Accertamenti >> Verifica periodica
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Attenzione a ...decreto 21 aprile 2017, n. 93

Il 18 settembre 2017 entrerà in vigore il decreto 21 aprile 2017, n. 93 relatvo al nuovo Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alle normative nazionali e europee.

Il nuovo decreto abroga una serie di regolamenti e decreti ministeriali e, in sintesi:

  • semplifica il quadro normativo vigente, attraverso la codificazione di molte delle norme di riferimento e l'unificazione della normativa riguardante i controlli su strumenti nazionali e strumenti MID;
  • estende la disciplina dei controlli metrologico-legali a tutti gli strumenti di misura in servizio regolati dalle normative MID e NAWI, da direttive anteriori o esclusivamente da norme nazionali;
  • armonizza i requisiti degli Organismi che eseguono la verificazione periodica (accreditamento obbligatorio ad una delle seguenti norme tecniche: UNI CEI EN ISO/IEC 17020:2012 - 17025:2005, come laboratorio di taratura - 17065:2012).

Inoltre, il decreto ha previsto che le Camere di commercio e gli organismi abilitati ad effettuare le verifiche periodiche in conformità alle disposizioni dei decreti abrogati che non trovano corrispondenza nel nuovo decreto, a semplice richiesta e senza oneri, possono continuare ad effettuare le verifiche periodiche per un periodo massimo di 18 mesi,

Le richieste per accedere al periodo transitorio vanno trasmesse all'ente che ha rilasciato l'abilitazione, Unioncamere per le abilitazioni MID e Camere di commercio per quelle "nazionali":

documento in formato pdf Richiesta laboratori "MID" (dimensione 59 kb)

documento in formato pdf Richiesta laboratori Nazionali (dimensione 57 kb)

Verifica periodica strumenti metrici

La verifica periodica consiste nell'accertare il mantenimento dell'affidabilità metrologica nel tempo degli strumenti metrici per pesare (bilance, bilici, contapezzi, pese a ponte), per misurare (misuratori e contatori volumetrici) e l'integrità dei sigilli posti a protezione delle parti metrologicamente rilevanti.

Ad esclusione dei misuratori di gas, acqua ed elettrici, delle misure lineari, delle misure di capacità di vetro e terracotta, tutti gli strumenti utilizzati per la determinazione delle quantità e/o del prezzo nelle transazioni commerciali devono essere presentati alla verificazione periodica entro 60 giorni dall'inizio della loro prima utilizzazione e, successivamente, con la seguente periodicità:

  • masse e misure campione e misure di capacità, comprese quelle montate su autocisterna: 5 anni;
  • misuratori di liquidi diversi dai carburanti e dall'acqua, strumenti per la misura di lunghezza, compresi i misuratori di livello dei serbatoi: 4 anni;
  • strumenti per pesare: 3 anni;
  • complessi di misura per carburanti e misuratori massici di gas per autotrazione: 2 anni
  • strumenti diversi da quelli precedentemente elencati: secondo la periodicità fissata con provvedimento ministeriale.

L'utente metrico interessato alla verifica periodica degli strumenti deve rivolgersi:

  • per gli strumenti di tipo "MID" e per gli strumenti per pesare esclusivamente ad un laboratorio abilitato all'esecuzione della verifica periodica;
  • per gli strumenti di tipo diverso da quelli "MID" alla Camera di commercio o ad un laboratorio abilitato all'esecuzione della verifica periodica.

Cosa bisogna fare per gli strumenti di misura diversi da quelli di tipo MID

Dal 29 marzo 2013 la Camera di commercio potrà eseguire solo le verifiche per gli strumenti diversi da quelli di tipo "MID".

A seconda della tipologia degli strumenti utilizzati si dovranno adottare le procedure di richiesta e di pagamento di seguito indicate:

  • misuratori di carburanti e autobotti: per ogni richiesta di verifica periodica, collaudo o verifica a seguito di riparazione, l'utente dovrà prenotare la visita trasmettendo alla Camera di commercio di Brescia la richiesta di prenotazione (Modello A/B-Carburanti) scaricabile da questa pagina; il pagamento potrà essere effettuato mediante bancomat, carta di credito ovvero con bollettino postale pagabile presso l'ufficio postale più vicino o a mezzo bonifico bancario alla Banca Popolare di Sondrio Via Benedetto Croce, 22 - BRESCIA - codice IBAN: IT 13 G 05696 11200 000014600X47.

documento in formato pdf Modello A/B Carburanti (dimensione 117 Kb)

 

  • convertitori volume di gas: le imprese fornitrici del gas e le ditte di manutenzione dovranno presentare le richieste di verifica periodica, collaudo e verifica a seguito di riparazione secondo le procedure comunicate dalla Camera di commercio (vedi Nota informativa convertitori ) e utilizzando i relativi "Modelli convertitori" scaricabili da questa pagina;

documento in formato pdf Nota informativa convertitori (dimensione 191 Kb)

documento in formato pdf Modello A programmazione convertitori (dimensione 98,3 Kb)

documento in formato pdf Modello A collaudo convertitori (dimensione 93,5 Kb)

documento in formato pdf Modello B convertitori a seguito riparazione (dimensione 94,3 Kb)

  • strumenti per pesare a funzionamento automatico e non automatico e masse campione: gli utenti si rivolgono ad uno dei laboratori abilitati dalle Camere di commercio diffusi su tutto il territorio nazionale elencati in questa pagina che offrono adeguate garanzie di indipendenza e professionalità.
  • altre tipologie di strumenti metrici: gli interessati potranno rivolgersi a questa Camera di commercio utilizzando il "Modello A/B altri strumenti" scaricabile da questa pagina. Alla richiesta dovrà essere allegata l'attestazione in originale del versamento sul ccp. 330258 intestato alla Camera di commercio di Brescia o a mezzo bonifico bancario alla Banca Popolare di Sondrio Via Benedetto Croce, 22 - BRESCIA - codice IBAN: IT 13 G 05696 11200 000014600X47. Nella causale è necessario indicare la descrizione TARIFFE METRICHE e il codice C3METRICO più il nominativo del richiedente.

documento in formato pdf Modello A/B altri strumenti (dimensione 94,1 Kb).

L'importo dovrà essere calcolato utilizzando le nuove tariffe metriche di seguito consultabili.

Esonero dalla verifica dei sistemi self-service

Con la Direttiva 14 marzo 2013 del Ministero dello Sviluppo Economico i sistemi self-service, compresi i sistemi gestionali, sono esonerati dall'obbligo della verificazione prima e dalla successiva legalizzazione; permane per gli stessi l'obbligo di essere muniti di un'approvazione ministeriale.

documento in formato pdf Direttiva Ministeriale 14 marzo 2013 (dimensione 332 Kb)

 

Convenzione quadro settore distribuzione carburanti-Tariffe

Il 5 dicembre 2008, le associazioni nazionali rappresentative dei proprietari degli strumenti metrici, le organizzazioni sindacali dei gestori più rappresentative e Unioncamere hanno siglato una "convenzione quadro",al fine di definire le tariffe da applicare al settore della distribuzione su strada dei carburanti.

La convenzione ha durata triennale ed entra in vigore il 1° gennaio 2009.

Le nuove tariffe, approvate con deliberazione della Giunta Camerale n. 27 del 4 febbraio 2009, verranno versate annualmente dagli utenti, a servizio reso.

documento in formato pdf Testo della deliberazione (dimensione 83,6 Kb)

La fattura relativa al servizio richiesto sarà emessa dopo il primo sopralluogo e, in tal caso, sarà di importo pari alla tariffa prevista per un sopralluogo, salvo poi effettuare una seconda fattura di conguaglio.

Per consultare le nuove tariffe:

documento in formato pdf Tariffe carburanti - Convenzione (dimensione 48,6 Kb)

Restano invariate le procedure di richiesta di collaudo di posa in opera e verifica periodica, mediante l'utilizzo dei modelli scaricabili da questa pagina.

Tariffe altri strumenti, compresi i distributori di carburanti ad uso privato

Dal 1° gennaio 2011

Dal 1° gennaio 2011 è entrato in vigore il nuovo tariffario unico regionale per le attività metriche (approvato con deliberazione della Giunta Camerale n. 153 del 17 dicembre 2010 e prorogato con deliberazione n. 16 del 10 febbraio 2014 ai sensi del decreto ministeriale 7 dicembre 2006).

Le suddette tariffe, applicate a tutti gli strumenti di misura ad esclusione dei distributori di carburante su strada sono determinate da un costo fisso (pari a € 50,00 + I.V.A. al 22%) al quale si deve aggiungere un costo variabile dipendente dalla tipologia e dal numero di strumenti per i quali si richiede la verifica.

Per la consultazione delle tariffe:

documento in formato pdf Convertitori volume di gas (dimensione 46 Kb)

documento in formato pdf Convertitori volume di gas:esempi calcolo tariffe (dimensione 111 Kb)

documento in formato pdf Misuratori di carburanti - ad uso privato - (dimensione 47 Kb)

documento in formato pdf Autobotti e chilolitriche (dimensione 47 Kb)

documento in formato pdf Autobotti e chilolitriche: esempi calcolo tariffe (dimensione 101 Kb)

documento in formato pdf Misure campione di capacità (dimensione 54 Kb)

documento in formato pdf Misure di capacità:esempi calcolo tariffe (dimensione 105 Kb)

documento in formato pdf Strumenti di misura multidimensionali (dimensione 46 Kb)

documento in formato pdf Strumenti presentati in lotti (dimensione 46 Kb)

documento in formato pdf Preimballaggi (dimensione 48 kb)

documento in formato pdf Strumenti non compresi nell'elenco - tariffa oraria (dimensione 46 Kb)


 

Esclusivamente per i collaudi di posa in opera e le verifiche prime in campo degli strumenti per pesare, sono previste le seguenti tariffe:

documento in formato pdf Strumenti per pesare (dimensione 55 Kb)

 

Il versamento per il pagamento delle tariffe per lo svolgimento delle funzioni metriche, può essere effettuato sul ccp n. 330258 intestato alla Camera di Commercio di Brescia o a mezzo bonifico bancario alla Banca Popolare di Sondrio Via Benedetto Croce, 22 - BRESCIA - codice IBAN: IT 13 G 05696 11200 000014600X47. Nellacausale è necessario indicare la descrizione TARIFFE METRICHE e il codice C3METRICO più il nominativo del richiedente.

Nel caso di errato versamento delle tariffe metriche è possibile presentare la richiesta di rimborso utilizzando il seguente modello in formato PDF compilabile, che deve essere trasformato in formato PDF/A (ISO 19005) seguendo le indicazioni sotto riportate:

documento in formato pdf Richiesta di rimborso delle tariffe metriche (dimensione 68 Kb)

documento in formato pdf Indicazioni per la formazione e verifica di documenti in formato PDF/A (dimensione 377 Kb)

documento in formato pdf Informativa privacy (dimensione 52 Kb)

Verifica periodica degli strumenti di misura di tipo MID

La conformità iniziale degli strumenti conformi alla direttiva comunitaria 2004/22/CE, cosiddetta MID, è attestata mediante le procedure previste dalla stessa direttiva.

La verifica "iniziale" viene svolta generalmente dallo stesso fabbricante che opera in regime di certificazione di qualità della produzione oppure da un organismo notificato.

Le modalità di esecuzione dei controlli successivi alla messa in servizio (verifica periodica) degli strumenti di misura MID sono state fissate solo per le seguenti categorie di strumenti:

  • MI-001: contatori dell'acqua (D.M. 30 ottobre 2013, n. 155);
  • MI-002: contatori di gas e dispositivi di conversione del volume (D.M. 16 aprile 2012, n. 75);
  • MI-003: contatori di energia elettrica attiva (D.M. 24 marzo 2015, n. 60);
  • MI-004: contatori di calore (D.M. 30 ottobre 2013, n. 155).
  • MI-005: sistemi di misura per la misurazione continua e dinamica di liquidi diversi dall'acqua (D.M. 18 gennaio 2011, n. 32);
  • MI-006: strumenti per pesare a funzionamento automatico (D.M. 18 gennaio 2011, n. 31).

La verificazione periodica degli strumenti MID è eseguita da laboratori autorizzati da Unioncamere, che offrono garanzia d'indipendenza e di qualificazione tecnico-professionale.

I laboratori interessati ad eseguire la verifica degli strumenti di misura MID devono presentare ad Unioncamere una Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), completa di tutta la modulistica richiesta dal Regolamento. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.unioncamere.gov.it

Laboratori accreditati per gli strumenti di misura diversi dal tipo MID

La verifica periodica degli strumenti di misura diversi dal tipo MID e degli strumenti per pesare, l'utente metrico che si rivolgerà ad un laboratorio abilitato alla verifica periodica operante sul territorio nazionale non dovrà inoltrare alcuna richiesta di verifica alla Camera di commercio. Il laboratorio provvederà autonomamente alla verificazione e, in caso di esito positivo, alla applicazione dell'etichetta attestante l'avvenuta verifica periodica.

documento in formato pdf Elenco nazionale laboratori accreditati (dimensione 42 kb) - aggiornato al 7/11/2013

Le modalità di accreditamento dei laboratori sono stabilite:

  • dal Ministero delle Attività Produttive con decreto ministeriale 10 dicembre 2001;
  • con Deliberazione camerale N. 133 del 30 dicembre 2013.

documento in formato pdf Regolamento laboratori abilitati (dimensione 121 Kb).

Ai fini del riconoscimento dell'avvio e dello svolgimento della verificazione periodica il laboratorio procede mediante l'invio telematico alla Camera di commercio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA). Il laboratorio può avviare l'attività dalla data di ricezione della SCIA corredata dalle dichiarazioni, dalle attestazioni e asseverazioni nonchè dei relativi elaborati tecnici necessari a consentire le verifiche della Camera di commercio.

Il modello SCIA compilabile, da inviare corredato dalla documentazione prevista dal decreto ministeriale 10 dicembre 2001, è disponibile sul portale SUAP del comune competente per territorio, raggiungibile attraverso il link:

www.impresainungiorno.gov.it

Dal 1° gennaio 2011 è entrato in vigore il nuovo tariffario unico regionale per le attività metriche (approvato con deliberazione della Giunta Camerale n. 153 del 17 dicembre 2010 e prorogato con deliberazione n. 16 del 10 febbraio 2014 ai sensi del decreto ministeriale 7 dicembre 2006); per i laboratori abilitati alle verifiche periodiche sono previsti i seguenti costi:

  • € 1.000,00 (+ IVA al 22%) per il rilascio dell'autorizzazione;
  • € 500,00 (+ IVA al 22%) per il rinnovo annuale;

da versarsi entro il 31 gennaio di ogni anno. Il versamento può essere effettuato sul ccp n. 330258 intestato alla Camera di Commercio di Brescia o a mezzo bonifico bancario alla Banca Popolare di Sondrio Via Benedetto Croce, 22 - BRESCIA - codice IBAN: IT 13 G 05696 11200 000014600X47. Nella causale è necessario indicare la descrizione TARIFFE METRICHE e il codice C3METRICO-CONV più il nominativo del richiedente.

 

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 luglio 2011 ha stabilito che la presentazione delle istanze, dichiarazioni, dati e lo scambio di informazioni e documenti tra le imprese e le amministrazioni pubbliche avvengano esclusivamente per via telematica a partire dal 1° luglio 2013. Con Deliberazione n. 98 del 28 maggio 2012, la Camera di commercio di Brescia ha inoltre stabilito che per alcune categorie di procedimenti che interessano le imprese, è opportuno procedere sin da subito per via telematica; tra questi procedimenti è inclusa la trasmissione delle verifiche mensili (modello D) da parte dei laboratori metrologici. Pertanto, i laboratori metrologici saranno tenuti all'utilizzo dello strumento informatico abbandonando la modalità cartacea e tale modalità operativa sarà considerata requisito per mantenere l'accreditamento.

documento in formato pdf Deliberazione n. 98 del 28 maggio 2012 (dimensione 74,1 Kb)

Per l'esercizio dell'attività dei laboratori al verificarsi di determinate condizioni è normativamente prevista la sospensione o la revoca alla prosecuzione dell'attività:

documento in formato pdf Linee Guida (dimensione 99 Kb)

Contatori del gas e dispositivi di conversione (MID)

Il decreto 16 aprile 2012, n. 75, ha stabilito che i contatori del gas con portata superiore a 10 m³/h e i dispositivi di conversione utilizzati per funzioni di misura legali, definiti all'allegato MI-002 del decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22 (MID), sono sottoposti a:

  • verificazione periodica da parte di organismi che hanno presentato apposita Scia a Unioncamere;
  • controlli metrologici a campione da parte delle Camere di commercio.

I titolari dei contatori di gas e dei dispositivi di conversione soggetti all'obbligo della verificazione periodica:

  1. comunicano entro 30 giorni alla Camera di commercio competente per territorio la data di inizio e di fine utilizzo del contatore del gas e del dispositivo di conversione e gli altri elementi previsti, avvalendosi del modello ICG scaricabile da questa pagina;
  2. garantiscono il corretto funzionamento degli strumenti, conservano la documentazione a corredo e il libretto metrologico;
  3. mantengono l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica e di ogni altro marchio, sigillo o elemento di protezione;
  4. curano l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore.

Periodicità della verificazione:

Contatori del gas:

  • entro 15 anni per i contatori a pareti deformabili;
  • entro 10 anni per i contatori a turbina e a rotoidi;
  • entro 5 anni per i contatori di altre tecnologie rispetto a quelle sopra indicate.

Dispositivi di conversione di volume:

  • entro 4 anni nel caso in cui i sensori di temperatura e pressione sono parti integranti del dispositivo stesso (tipo 1);
  • entro 2 anni nel caso in cui i sensori di temperatura e pressione sono elementi sostituibili con altri analoghi, senza che sia necessario modificare le altre parti dello strumento (tipo 2).

documento in formato xls Modello ICG (dimensione 14 Kb)

documento in formato ods Modello ICG (dimensione 10 Kb)

 

Le Camere di commercio continuano ad effettuare la verificazione periodica dei dispositivi di conversione fino al 7 giugno 2014.

 

Contatori dell'acqua e contatori di calore (MID)

Il decreto 30 ottobre 2013, n. 155, ha stabilito che i contatori dell'acqua e e i contatori di calore utilizzati per funzioni di misura legali, definiti rispettivamente agli allegati MI-001 e MI-004 del decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22 (MID), sono sottoposti a:

  • verificazione periodica da parte di organismi che hanno presentato apposita Scia a Unioncamere;
  • controlli metrologici a campione da parte delle Camere di commercio.

I titolari dei contatori dell'acqua e i contatori di calore soggetti all'obbligo della verificazione periodica:

  1. comunicano entro 30 giorni alla Camera di commercio competente per territorio la data di inizio e di fine utilizzo del contatore dell'acqua e del contatore di calore e gli altri elementi previsti, avvalendosi dei modelli ICA per i contatori dell'acqua e ICC per i contatori di calore scaricabili da questa pagina;
  2. garantiscono il corretto funzionamento degli strumenti, conservano la documentazione a corredo e il libretto metrologico;
  3. mantengono l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica e di ogni altro marchio, sigillo o elemento di protezione;
  4. curano l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore.

Periodicità della verificazione:

Contatori dell'acqua:

  • entro 10 anni per i contatori meccanici;
  • entro 13 anni per i contatori statici e venturimetrici.

Contatori di calore:

Contatori di calore con portata fino a 3 m³/h

  • entro 6 anni con sensore di flusso meccanico;
  • entro 9 anni con sensore di flusso statico.

Contatori di calore con portata superiore a 3 m³/h

  • entro 5 anni con sensore di flusso meccanico;
  • entro 8 anni con sensore di flusso statico.

documento in formato xls Modello ICA (dimensione 33,5 Kb)

documento in formato ods Modello ICA (dimensione 3,54 Kb)


documento in formato xls Modello ICC (dimensione 33,5 Kb)

documento in formato ods Modello ICC (dimensione 3,67 Kb)

Contatori di energia elettrica attiva (MID)

Il decreto 24 marzo 2015, n. 60, ha stabilito che i contatori di energia elettrica attiva utilizzati per funzioni di misura legali, definiti rispettivamente agli allegati MI-003 del decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22 (MID), sono sottoposti a:

  • verificazione periodica da parte di organismi che hanno presentato apposita Scia a Unioncamere;
  • controlli metrologici a campione da parte delle Camere di commercio.

I titolari dei contatori dell'acqua e i contatori di calore soggetti all'obbligo della verificazione periodica:

  1. comunicano entro 30 giorni alla Camera di commercio competente per territorio la data di inizio e di fine utilizzo del contatore dell'acqua e del contatore di calore e gli altri elementi previsti, avvalendosi del modello ICE scaricabile da questa pagina;
  2. garantiscono il corretto funzionamento degli strumenti, conservano la documentazione a corredo e il libretto metrologico;
  3. mantengono l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica e di ogni altro marchio, sigillo o elemento di protezione;
  4. curano l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore.

Periodicità della verificazione:

Contatori di elettricità elettromeccanici: 18 anni;

Contatori statici:

  • bassa tensione (BT fra 50V e 1000V) di classe di precisione A, B, o C: 15 anni;
  • media e alta tensione (MT-AT maggiore di 1000V): 10 anni.

documento in formato xls Modello ICE (dimensione 298 Kb)

documento in formato ods Modello ICE (dimensione 17,5 Kb)

Esiti verifiche periodiche

L'esito positivo della verificazione periodica è attestato mediante l'applicazione di una targhetta autoadesiva di colore verde, distruggibile con la rimozione, indicante la data di scadenza (mm/aaaa) della stessa.

In caso di esito negativo:

  • per gli strumenti di misura di tipo diverso dal MID, l'ispettore metrico incaricato emette un ordine di aggiustamento con il quale invita l'utente a far riparare lo strumento difettoso e a ripresentarlo alla verifica periodica entro il termine stabilito;
  • per gli strumenti di misura di tipo MID, il laboratorio applica una targhetta autoadesiva di colore rosso, distruggibile con la rimozione, riportante la dicitura "STRUMENTO NON CONFORME".

 

Attenzione: Iniziative ingannevoli

A seguito di segnalazioni pervenute alla Camera di Commercio di Brescia si segnala che, alcuni soggetti, spacciandosi per ispettori metrici, propongono agli esercenti commerciali l'effettuazione di verifiche sugli strumenti in loro dotazione.

Si ritiene opportuno evidenziare a tutta l'utenza che tutti gli ispettori metrici e amministrativi sono muniti di un tesserino identificatico provvisto di foto, rilasciato dalla Camera di commercio di Brescia, e di documento di identità che mostrano nel momento in cui si presentano e qualificano prima di procedere alle verifiche / ispezioni.

documento in formato pdf personale addetto alle ispezioni (dimensione 44 Kb)

E' inoltre possibile telefonare al numero 030 37 25 386 per chiedere ulteriore conferma del nominativo dell'addetto alla verifica.

Normativa di riferimento

documento in formato pdf D.M. 182/2000 (dimensione 130 Kb)

documento in formato pdf D.M. 7 dicembre 2006 (dimensione 89 Kb)

documento in formato pdf D.M. 10 dicembre 2001 (dimensione 118 Kb)

documento in formato pdf Disciplinare verifica periodica (dimensione 130 Kb)

documento in formato pdf Decreto 16 aprile 2012, n. 75 (dimensione 282 Kb)

documento in formato pdf Decreto 30 ottobre 2013, n. 155 (dimensione 104 Kb)

documento in formato pdf Decreto 24 marzo 2015, n. 60 (dimensione 296 Kb)

documento in formato pdf Decreto legislativo 29 dicembre 1992 n. 517 (dimensione 63,5 Kb)

documento in formato pdf Decreto Legislativo 2 febbraio 2007, n. 22 (MID) (dimensione 438 Kb)

documento in formato pdf D.M. 18 gennaio 2013, n. 31 (dimensione 205 Kb)

documento in formato pdf D.M. 18 gennaio 2013, n. 32 (dimensione 205 Kb)

documento in formato pdf Direttiva 12 maggio 2014 (dimensione 258 Kb)

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader

 





Dove rivolgersi
Ufficio:Metrico e Tutela del Prodotto
Metrologia
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - Salone Piano Terra (ingresso da Via Benedetto Croce)
Contatti:Tel. 030.3725.386
E-mail: metrico@bs.camcom.it
posta elettronica certificata (P.E.C.): metrico.brescia@bs.legalmail.camcom.it
Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00
Attività dell'ufficio presenti sul sito:Tachigrafi digitali   Trasferimenti e cessazioni officine   Autorizzazioni/rinnovi centri tecnici   Metrologia legale   Utenti e fabbricanti metrici   Operatori metalli preziosi   Preimballaggi   Peso netto   Verifica prima