Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Tutela e regolazione del mercato >> Sanzioni
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Call center

Dal 3 marzo 2014 per tutte le informazioni relative alle sanzioni amministrative sarà possibile contattare il Call center dedicato, chiamando il numero 199500111.

 

Che cosa e'

Il D.Lgs 31.3.1998 n. 112 ha attribuito, nell'ambito del processo di decentramento amministrativo, le competenze dell'U.P.I.C.A. - Ufficio Provinciale Industria Commercio ed Artigianato, articolazione periferica del Ministero dell'Industria - alle Camere di Commercio.
L'Ufficio Tutela del Mercato della Camera di Commercio è deputato (come in precedenza l' U.P.I.CA.) a ricevere i processi verbali redatti dai Pubblici Ufficiali (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, N.A.S., Polizia Municipale etc.) in merito ad illeciti amministrativi rilevati nell'ambito della propria attività di accertamento a carico di operatori economici i quali non abbiano effettuato il pagamento liberatorio della sanzione irrogata.

Tipologie di violazioni

L'Ufficio Tutela del Mercato della Camera di Commercio è autorità competente ad esaminare i processi verbali inerenti le seguenti violazioni:

  • Violazione delle norme in materia di comunicazioni al Registro Imprese o al Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative (R.E.A.)
    (ritardata denuncia o deposito di atti al registro delle imprese, agenti, rappresentanti, mediatori, spedizionieri, agenti di assicurazione, autoriparatori, impiantistica, autoriparatori, imprese di pulizia)
  • Omessa, irregolare o infedele etichettatura dei prodotti alimentari destinata ad una alimentazione particolare: Articoli 4 e 6 del D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 111
    (attuazione della direttiva 89/398/CEE)
  • Altre violazioni relative a prodotti non alimentari.
    (metalli preziosi e strumenti metrici, peso netto, marchio di conformità CE, cronografi, detersivi, etichettatura elettrodomestici, controllo marchio CE sui giocattoli, omessa indicazione di targhetta del rendimento energetico, specialità medicinali non regolarmente etichettati, olii lubrificanti, pelli, prodotti petroliferi, tessili, unità di misura)

La notifica di un verbale di contestazione può essere accompagnata dal sequestro della merce o delle attrezzature con le quali è stata commessa la violazione. L'interessato può presentare domanda di dissequestro all'ufficio Tutela del Mercato, compilando il seguente modulo:

documento in formato pdf istanza di dissequestro (dimensione 55 Kb)

 

  • Violazione di norme relative alla commercializzazione di sacchi per asporto merci.
    Con l'entrata in vigore della Legge 3 agosto 2017 n. 123, a partire dal 13 agosto 2017, la competenza sanzionatoria in materia di commercializzazione di sacchi per asporto merci è stata trasferita alla Provincia nel cui territorio è stata commessa la violazione.
  • Violazioni al commercio di specifici prodotti alimentari .
    L'art. 16 del D.Lgs. n. 181 del 23.6.2003 ha trasferito la competenza ad esaminare i rapporti relativi al D.Lgs. n. 109 del 27.1.1992 (violazioni in materia di etichettatura, di presentazione e di pubblicità dei prodotti alimentari) dalle Camere di Commercio alle Regioni. La Regione Lombardia, con Circolare n. 40 dell'11.12.2003, ha stabilito che tale competenza spetta all'Agenzia di Tutela della Salute (ex ASL) competente per territorio. A Brescia l'A.T.S. ha sede in via Duca degli Abruzzi n. 15 - Ufficio Legale - tel. 030/3838475 .

Cosa fare

In base alla legge 24.11.1981 n. 689, il soggetto cui sia stato notificato un illecito amministrativo da un organo accertatore può:

  • entro 60 giorni dalla notifica del verbale di accertamento, effettuare il pagamento liberatorio, della sanzione irrogata consistente, per legge, nel doppio del minimo o se più favorevole nel terzo del massimo della sanzione stabilita dalla norma violata. In tal caso, il procedimento si estingue.
  • non effettuare il pagamento liberatorio nei 60 giorni dalla notifica.

In quest'ultimo caso, il contravvenzionato può avvalersi della facoltà di opposizione e, nel diverso termine di 30 giorni dalla notifica del verbale di accertamento di illecito amministrativo, può presentare propri scritti o memorie difensive all'Ufficio Tutela del Mercato della Camera di Commercio, in carta semplice anche a mezzo fax. Nello stesso termine di 30 giorni, può essere richiesta l'audizione per essere ascoltati in ordine ai fatti in contestazione. L'audizione viene poi fissata dall'Ufficio e comunicata con lettera all'interessato, che si può presentare personalmente o farsi rappresentare da altri, mentre non è obbligatoria l'assistenza di un legale.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina Domande frequenti.

 




Dove rivolgersi
Ufficio:Tutela del Mercato
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - II Piano
Contatti:
Call Center 199500111 per informazioni su costi e orari del servizio è possibile visitare la pagina call center
Fax 030.3725.300
E-mail: tutela.mercato@bs.camcom.it
Posta elettronica certificata (P.E.C.): tutela.mercato@bs.legalmail.camcom.it
Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00
Accesso allo sportello:Si riceve previo appuntamento
Attività dell'ufficio presenti sul sito:Domande frequenti   Tutela e regolazione del mercato