Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Internazionalizzazione >> Carnet ATA >> Comunicazioni
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Svizzera

1 - Deleghe agli utilizzatori

A seguito di recenti richieste, da parte delle autorità doganali svizzere, di visto camerale sulle deleghe attribuite ad utilizzatori di Carnet ATA diversi dai titolari dei Carnet stessi, si informa che questa Camera di Commercio potrà apporre sulle deleghe stesse un visto poteri di firma (per le modalità di richiesta del visto, andare alla pagina Visti per l'esportazione ).

 

2 - Quadri ed opere d'arte

La Svizzera non accetta l'utilizzo di Carnet ATA per la partecipazione a manifestazioni, oppure a fiere e mostre private, nel caso in cui si tratti di esportazione di quadri o altre opere d'arte. Deve trattarsi, infatti, di mostre ufficialmente riconosciute ed è necessario che ci sia un'invito ufficiale da parte dell'organizzatore elvetico della mostra. Nel caso in cui le opere d'arte siano esportate dall'autore stesso, non sarà necessario il Carnet, ma basterà che l'esportatore si rechi in dogana con un elenco dettagliato delle opere e con l'invito ufficiale alla mostra.

3 - Divieto di noleggio in territorio elvetico

Non è consentito l'utilizzo di Carnet ATA per l'esportazione temporanea di merci destinate ad essere noleggiate a terzi in territorio elvetico.

 

4 - Cavalli e affini

Come comunicato con nota del 4/11/2009, Unioncamere ritiene che il valore da attribuire a ciascun cavallo, o affine, esportato con Carnet ATA possa essere ridotto da 4.000 a 3.000 Euro.