Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Internazionalizzazione >> Carnet ATA >> Comunicazioni
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Croazia

1 - Ingresso della Croazia nella Comunità Europea - 1° luglio 2013

Dal 1° luglio 2013, la Croazia è entrata a far parte dell'Unione Europea, venendo quindi meno, a partire da tale data, la necessità di rilasciare Carnet ATA aventi come destinazione la Croazia.

In particolare, tutte le operazioni doganali di importazione in Croazia registrate prima del 1° luglio 2013 devono essere regolarmente chiuse con una conseguente operazione di riesportazione o, almeno, deve essere provata la reimportazione in Italia delle merci in data successiva all'importazione e entro la data di scadenza del Carnet. Infatti, l'accesso all'UE della Croazia non conferisce di per sè carattere comunitario alle merci importate prima dell'accesso stesso, e di conseguenza non ne consente la libera circolazione. Va quindi comprovata la riesportazione dal territorio croato.

Nel caso di cessazione dell'operatività degli uffici doganali croati confinanti con gli altri Stati membri immediatamente dopo il 1° luglio 2013, con conseguente impossibilità di far vistare il Carnet ATA, gli operatori devono assolutamente aver cura di far registrare l'operazione di reimportazione presso la Dogana italiana entro la data di scadenza del Carnet e riconsegnare immediatamente il documento alla Camera dopo l'uso.

Per ulteriori chiarimenti, contattare lo Sportello Estero della Camera di Commercio di Brescia.

 

2 - Transito delle merci attraverso il Corridoio di Neum

Il Corridoio di Neum è una parte del territorio della Bosnia-Erzegovina, con accesso al mare Adriatico, che divide il territorio della Croazia in due parti. A seguito di un accordo sottoscritto a Bruxelles, le merci provenienti dalla Croazia e quelle in arrivo dalla Bosnia-Erzegovina, possono transitare liberamente attraverso il Corridoio di Neum.Ciò significa che non è necessario presentare il Carnet ATA alle Autorità doganali locali, e per le operazioni di transito attraverso il Corridoio di Neum deve essere utilizzato il certificato T2L.

Tale documento potrà essere richiesto agli spedizionieri doganali operanti a Zagabria, Fiume (Rijeka), Spalato (Split) o Porto Tolero (Ploce), in quanto, attualmente, non sono presenti case di spedizioni nel Corridoio di Neum.

Il rilascio del T2L è gratuito.Tuttavia, se il valore delle merci accompagnate dal Carnet ATA supera i 10.000,00 Euro, lo spedizioniere doganale potrebbe richiedere il pagamento del servizio per presentare la dichiarazione delle merci.

Per ottenere la dichiarazione di libera circolazione delle merci, è necessario presentare la copia della fattura, i documenti che provano l'origine comunitaria delle merci e la bolla di consegna. E' molto importante che, sia nella lista generale del Carnet ATA che nella documentazione accompagnatoria, venga riportata una descrizione dettagliata delle merci e del loro relativo valore.