Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Internazionalizzazione >> Comunicazioni per l'export
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Sanzioni doganali all'importazione: revisione dell'art. 303 del TULD

Con il DL 16/2012 è stato riformato l'art. 303 del TULD, che è la norma sanzionatoria tipica applicata alle irregolarità doganali commesse al momento della presentazione delle merci in dogana per l'importazione. Per maggiori informazioni, consultare l'articolo tematico nel sito www.newsmercati.com.


 


La corretta gestione delle pratiche doganali nelle operazioni di import-export

Unioncamere Lombardia ha pubblicato un'utile guida per le imprese esportatrici:

"La corretta gestione delle pratiche doganali nelle operazioni di import-export. Contenzioso doganale: come prevenirlo, gestirlo e difendersi."

Per scaricare il pdf della pubblicazione collegarsi al sito www.lombardiapoint.it.

Nella sessione IN EVIDENZIA dello stesso sito www.lombardiapoint.it è anche visibile una mini sessione formativa realizzata con l'esperto.

 

 

INTRASTAT

Modalità di comunicazione

segue

Informazione Tariffaria Vincolante

Nuova procedura per l'ottenimento

segue

Arabia Saudita

Disposizioni marchio d'origine

segue

Brasile - Esportare vini - Anexo VIII

Certificazione di origine e di analisi delle bevande

segue

Cina - Prodotti alimentari - Harmonized certificate - sospensione dell'obbligo di presentazione

Harmonized certificate - sospeso obbligo di presentazione

E' stata sospesa l'entrata in vigore della nuova normativa cinese emanata da AQSIQ (General Administration of Quality Supervision, Inspection and Quarantine, organano amministrativo ministeriale cinese) sul controllo dei prodotti alimentari, con decorrenza prevista 1 ottobre 2017.

L'Ambasciata italiana in Cina e il MISE comunicano che - a seguito delle pressioni e delle richieste di chiarimento ricevute da tutti i Paesi interessati all'importazione di prodotti alimentari nella Repubblica popolare cinese, l'Autorità cinese ha formalizzato un periodo transitorio di due anni, fino al 30 settembre 2019, nell'ambito del quale definire, tra l'altro, i contenuti della certificazione, anche sulla base delle osservazioni ricevute dalle Autorità dei Paesi partner commerciali coinvolti, inclusa l'Unione europea.

 

Cina - BFT (Business Fast Track)

Procedura agevolata per la richiesta di visti d'affari

segue

Cina - Certificazione CCC

Marchio obbligatorio

segue

Cina - Strumento di salvaguardia sui prodotti importati nella UE

TPSSM (Transitional Product-Specific Safeguard Mechanism)

segue

Egitto - Registrazione obbligatoria per l'importazione di alcune merci

Decreto del Governo egiziano n. 992 del 30.12.2015

segue

Iran - Nuove normative UE

Nuove misure restrittive UE verso l'Iran

segue

Messico - Interscambio merci

Certificato di Circolazione EUR1

 

segue

Nigeria - Prodotti non esportabili

Proibizione di prodotti all'import

 

segue

Qatar - Merci esportate direttamente da Paesi terzi

Certificati di Origine per merci esportate da Paesi extra-CEE

segue

Qatar - regole per la richiesta di certificati di origine

Ulteriore visto presso il Consolato del Qatar

segue

Russia - Certificazione prodotti importati nel Paese

Certificato di conformità per alcuni prodotti

segue

Russia - Visti d'affari

Visti d'affari presso la Camera di Commercio Italo-Russa di Mosca

 

segue

Turchia - Prodotti tessili

Turchia - Registrazione delle importazioni di prodotti tessili e di confezionamento

segue

USA e FDA - bioterrorismo

Disposizioni di legge in materia di prevenzione al bioterrorismo

segue

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader