Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Competitività imprese >> Punto Nuova Impresa >> Le basi per l'avvio di Impresa
Invia ad un amico Stampa questa pagina

La S.C.I.A. – Segnalazione Certificata di Inizio Attività

La S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), che in Lombardia utilizza modelli unificati validi su tutto il territorio, è la dichiarazione che consente di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva (artigianale, commerciale, industriale), senza dover più attendere i tempi per l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti.

La S.C.I.A. produce infatti effetti immediati.

Occorre compilare modelli S.C.I.A. distinti per ogni tipologia di attività economica attivata.

Per consentire lo svolgimento dei controlli successivi da parte degli uffici ed organi di controllo a ciò preposti, la pratica deve essere corredata dalle prescritte autocertificazioni circa il possesso dei requisiti morali e professionali (quando richiesti per lo svolgimento di determinate attività) e, all’occorrenza, devono anche essere allegati elaborati tecnici e planimetrici.

Le responsabilità legali sono a carico del dichiarante. Le dichiarazioni false comportano la denuncia all’autorità giudiziaria, con possibili conseguenze penali a carico del dichiarante.

L'accertata carenza dei requisiti o lo svolgimento dell’attività in maniera difforme da quanto dichiarato comporta l’adozione di provvedimenti sanzionatori (sanzioni pecuniarie e, nei casi più gravi, la chiusura dell’attività).

Per le attività di competenza dei Comuni, la S.C.I.A. con i relativi allegati deve essere trasmessa obbligatoriamente ed esclusivamente per via telematica prima dell'inizio dell'attività al S.U.A.P. (sportello unico attività produttive del comune di competenza) con le seguenti modalità:

  • se l'avvio dell'attività è contestuale all'inizio dell'impresa tramite "comunicazione unica" (ComUnica), la modulistica S.C.I.A. (compilata mediante il programma applicativo in uso presso il Suap/Comune) deve essere presentata in modalità telematica presso il Registro Imprese attraverso il sistema camerale "ComUnica", che la trasmette immediatamente al Suap comunale.

    In questo caso, la ricevuta della comunicazione unica, che attesta l'avvenuta consegna della segnalazione al Suap, costituisce titolo per iniziare l'attività;

  • se l'avvio dell'attività è successivo – l'impresa è stata dunque iscritta al registro imprese come inattiva (perché deve ancora conseguire un'autorizzazione, o debbono essere terminati i lavori di rifacimento o arredo ecc...) - la S.C.I.A. (compilata mediante il programma applicativo in uso presso il Suap/Comune e firmata digitalmente) deve essere inoltrata direttamente al Suap comunale tramite Posta Elettronica Certificata, nella c.d. modalità “PEC to PEC”.

    L'imprenditore dovrà necessariamente dotarsi di:

    - casella di posta PEC

    - smart-card e similari di firma digitale forte

    Questi dispositivi informatici sono acquistabili sul mercato presso vari gestori.

Nota Bene: la S.C.I.A., quale autocertificazione del possesso di requisiti per compiere determinate attività, è un tipo di dichiarazione impiegata anche in settori diversi dalle attività economiche, come ad esempio la S.C.I.A. edilizia per compiere determinati lavori in immobili di proprietà, utilizzando modulistica e procedure diverse che non vanno confuse.




Dove rivolgersi