Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Tutela e regolazione del mercato >> Organismo di Mediazione >> Procedure di mediazione
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Regolamento di mediazione

La versione integrale del Regolamento di Mediazione è disponibile consultando la pagina Statuto e regolamenti.

Avvio della procedura

L'avvio avviene mediante deposito presso la Segreteria dell'Organismo di mediazione della domanda di mediazione, mediante compilazione dell'apposito modulo

immagine in formato pdf Domanda di Mediazione (dimensione 140 Kb)

Unitamente al deposito della domanda di mediazione, è necessario allegare la ricevuta attestante il pagamento delle spese di avvio consultabili alla sezione Costi e benefici presente nella pagina Organismo di Mediazione indicando in causale "B1MED-AVVIO + nome parti", mediante:

  • versamento sul c/c postale n. 330258, intestato a Camera di Commercio di Brescia, via Einaudi n. 23, 25121, Brescia;

    oppure
  • bonifico bancario sul c/c bancario intestato a Camera di Commercio di Brescia c/o Banca Popolare di Sondrio - Ag. Brescia Via Benedetto Croce, 22 - codice IBAN: IT13G0569611200000014600X47

     

    Il deposito può avvenire con le seguenti modalità:
  • on line: La Camera di Commercio di Brescia ha inaugurato un nuovo servizio, semplice e gratuito, denominato "ConciliaCamera", per consentire agli utenti di presentare la domanda di conciliazione direttamente on line, da casa o dallo studio professionale, e di monitorare successivamente l'andamento della procedura. (Vedi la pagina Gestione on line).

    L'utilizzo del sistema informatico di gestione delle domande di conciliazione è gratuito ed esonera dal pagamento del Rimborso spese forfettario

  • per posta all'indirizzo: Servizio di Conciliazione – Camera di Commercio di Brescia – via Einaudi, 23 – 25121 – Brescia
  • tramite P.E.C. all'indirizzo : tutela.mercato@bs.legalmail.camcom.it
  • personalmente, presso la sede camerale, da luned√¨ al venerd√¨ negli orari 9 -12, previo appuntamento.

La Segreteria dell'Organismo rilascia a richiesta l'attestazione del deposito della domanda.

E' essenziale precisare che, in caso di mediazione condominiale, l'art. 5 comma 6 del D. lgs. 28/2010 prevede che " Dal momento della comunicazione alle altre parti, la domanda di mediazione produce sulla prescrizione gli effetti della domanda giudiziale. Dalla stessa data, la domanda di mediazione impedisce altresi' la decadenza per una sola volta, ma se il tentativo fallisce la domanda giudiziale deve essere proposta entro il medesimo termine di decadenza, decorrente dal deposito del verbale di cui all'articolo 11 presso la segreteria dell'organismo".

Pertanto non è il deposito della domanda a operare l'effetto interruttivo su prescrizione e decadenza ma la sua comunicazione alla controparte. E' quindi necessario che la parte istante, oltre a presentare la domanda di mediazione all'Organismo, invii altra copia della domanda all'amministratore del condominio con modalità idonee a dimostrare la data del ricevimento: con raccomandata a/r, pec o tramite Ufficiale Giudiziario. In tale ultimo caso non vi sono spese di notifica.

Sospensione della domanda

Se la domanda è priva di alcuni elementi essenziali per l'avvio della procedura (generalità delle parti; oggetto della controversia; valore della controversia; attestazione delle spese di avvio), viene tenuta in sospeso, con invito di integrazione alla parte istante, entro 7 giorni dal ricevimento della comunicazione, decorsi inutilmente i quali la procedura si intende rinunciata, come previsto dal Regolamento di mediazione, consultabile alla pagina Statuto e regolamenti.

Fissazione della seduta

Verificata la regolarità della domanda, la Segreteria dell'Organismo:

  • nomina il mediatore, in base a criteri di esperienza, conoscenza della materia e disponibilit√†;
  • invita le parti a partecipare al primo incontro, meramente informativo ed esplicativo, finalizzato alla verifica della volont√† di entrambe le parti di procedere con la mediazione; alla parte chiamata viene inviato il modulo di adesione, con richiesta del pagamento delle spese di avvio consultabili alla sezione "Costi e benefici" presente nella pagina Organismo di Mediazione da versare indicando in causale "B1MED-AVVIO + nome parti", mediante:
    • versamento sul c/c postale n. 330258, intestato a Camera di Commercio di Brescia, via Einaudi n. 23, 25121, Brescia;

      oppure

    • bonifico bancario sul c/c bancario intestato a Camera di Commercio di Brescia c/o

      Banca Popolare di Sondrio - Ag. Brescia Via Benedetto Croce, 22 - codice IBAN: IT13G0569611200000014600X47

    documento in formato pdf adesione alla procedura (dimensione 132 Kb)
  • nel caso in cui la parte chiamata in mediazione ritenga che in relazione all'oggetto della mediazione sia necessario l'intervento nella procedura di un terzo, pu√≤ formalizzare la propria adesione all'incontro di programmazione con la richiesta di estensione della procedura alla terza parte, compilando il seguente modulo:

documento in formato pdf adesione con richiesta intervento del terzo (dimensione 135 Kb)

     

  • In caso di domanda congiunta, le parti possono individuare congiuntamente il mediatore, scegliendolo negli elenchi dei mediatori camerali.

Adesione alla procedura

All'incontro le parti partecipano personalmente ovvero, solo per motivi particolari, tramite rappresentante munito di delega corredata da documento d'identità o procura speciale.
Nel caso in cui la materia oggetto della controversia rientri tra quelle previste dall'art. 5 comma 1 bis del D. Lgs. 28/2010 (mediazione obbligatoria), le parti devono farsi assistere da un Avvocato.
All'esito della mediazione, se viene raggiunto l'accordo amichevole, il mediatore forma processo verbale al quale e' allegato il testo dell'accordo medesimo.

Ove tutte le parti aderenti alla mediazione siano assistite da un avvocato, l'accordo che sia stato sottoscritto oltre che dalle parti e dagli stessi avvocati, che in tal modo ne attestano e certificano la conformità alle norme imperative e all'ordine pubblico, costituisce titolo esecutivo per l'espropriazione forzata, l'esecuzione per consegna e rilascio, l'esecuzione degli obblighi di fare e non fare, nonché per l'iscrizione di ipoteca giudiziale.

In tutti gli altri casi l'accordo allegato al verbale è omologato, su istanza di parte, con decreto del Presidente del tribunale, previo accertamento della regolarità formale e del rispetto delle norme imperative e dell'ordine pubblico.
Nelle controversie transfrontaliere di cui all'articolo 2 della direttiva 2008/52/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2008, il verbale e' omologato dal presidente del tribunale nel cui circondario l'accordo deve avere esecuzione.

Se l'accordo non viene raggiunto il mediatore, se tutte le parti lo richiedono, pu√≤ formulare una proposta di conciliazione. La proposta non pu√≤ essere formulata in caso di mancata partecipazione o adesione di una o pi√Ļ parti.

Rifiuto della procedura

Il rifiuto della procedura avviene se la parte chiamata rifiuta di partecipare al primo incontro, ovvero se, all'esito del primo incontro, non conferma la propria partecipazione.

Nei casi in cui la Mediazione costituisce condizione di procedibilità della domanda giudiziale (mediazione obbligatoria), il primo incontro si svolge comunque, salvo rinunzia espressa della parte attivante, al fine di attestare la mancata comparizione.

Consulenza tecnica in mediazione - convenzione Organismo di Mediazione/Borsa Immobiliare

Il Regolamento di Mediazione prevede che il Mediatore nominato nell'ambito di procedura di mediazione gestita dall'Organismo di Mediazione camerale possa richiedere al Responsabile della Segreteria l'individuazione di un Consulente Tecnico, se tutte le Parti siano d'accordo e si impegnino a pagarne le spese.

Per tale ipotesi, quando la Consulenza Tecnica verta in materia immobiliare, l'Organismo di Mediazione camerale ha stipulato apposita Convenzione per il ricorso ai Periti Valutatori accreditati di Borsa Immobiliareper le garanzie di serietà, affidabilità, professionalità e trasparenza nell'affidamento degli incarichi, secondo il metodo della turnazione e dell'esperienza, che l'Istituzione fornisce.

Inoltre, la Convenzione prevede un tariffario di favore per gli utenti del servizio di Mediazione camerale, ridotto del 10% rispetto al listino.

Oltre alla “Perizia”, √® possibile richiedere il “Certificato di Fair Value”.

documento in formato pdf Convenzione tra Organismo di Mediazione e Borsa Immobiliare (dimensione 83 Kb)

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader

 





Dove rivolgersi
Ufficio:Tutela del Mercato
Segreteria dell'Organismo di Mediazione
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - II Piano
Contatti:Tel. 030.3725.374/363
Fax 030.3725.300
E-mail: tutela.mercato@bs.camcom.it
Posta elettronica certificata (P.E.C.): tutela.mercato@bs.legalmail.camcom.it
Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al venerdì: 9.00 - 12.00
Accesso allo sportello:Si riceve previo appuntamento
Attivit√†¬†dell'ufficio presenti sul sito:Organismo di Mediazione