Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Competitività imprese >> Punto Nuova Impresa >> Pianificazione economico-finanziaria
Invia ad un amico Stampa questa pagina

La Pianificazione Economico Finanziaria (PEF)

Le attività di impresa nascono dall'idea di poter realizzare un reddito tramite un prodotto/servizio che possa soddisfare un mercato potenziale.

Si dovrà quindi partire fissando:

  • i bisogni che si intende soddisfare,

  • il mercato in cui si vuole operare,

  • le attitudini e le competenze professionali per realizzare l'idea,

ovvero cosa fare, dove farlo e in che modo.

Per soddisfare queste esigenze è necessario procedere ad una accurata pianificazione.

segue

Il piano commerciale

E’ il piano che, da un punto di vista logico, va elaborato per primo dal momento che il suo contenuto condiziona tutto il resto dell’organizzazione.

Il piano commerciale definisce gli obiettivi di vendita per i diversi servizi, la politica dei prezzi e quantifica i costi commerciali e di comunicazione.


segue

Il piano tecnico

Il piano tecnico rappresenta una sorta di “piano di produzione” vale a dire indica in modo dettagliatole risorse, le modalità e i tempi necessari per l’erogazione dei servizi.

Il contenuto del piano tecnico è dunque condizionato dagli obiettivi di fatturato fissati dall’impresa e dalle decisioni assunte nel piano commerciale.

Il piano tecnico definisce in dettaglio:

  • Costo delle componenti materiali;

  • Costo delle componenti immateriali;

  • Costo del personale;

  • Costi tecnici comuni (costi necessari per l’erogazione dei servizi ma non direttamente riconducibili in particolare ad uno o più di essi).

Il piano organizzativo

Definisce la forma giuridica scelta dall’impresa, le competenze e il ruolo delle risorse umane coinvolte nella gestione dell’iniziativa e la loro remunerazione.

Quantifica i costi per il personale e quelli amministrativi generali da sostenere per il funzionamento dell’impresa nel suo complesso.

Per prevedere la spesa riferita all’organizzazione è necessario quindi conoscere:

  • il numero di risorse necessarie per gestire l’iniziativa, coerentemente con i volumi ipotizzati nel piano commerciale;

  • il ruolo che ogni risorsa dovrà svolgere nella gestione dell’impresa;

  • l’inquadramento contrattuale e il trattamento economico che si pensa di riservare alle diverse risorse e agli stessi soci;

  • la stima dei costi amministrativi, o generali, ovvero quelli che vengono sostenuti per il funzionamento quotidiano dell’impresa, indipendentemente dall’erogazione di servizi e dunque dallo svolgimento dell’attività tipica oggetto dell’impresa.

Il piano degli investimenti

Il piano degli investimenti illustra quali sono le attrezzature, ad utilità pluriennale, che l’impresa pensa di acquistare per un suo ottimale funzionamento.

segue

Il Punto di pareggio

Il calcolo del punto di pareggio consente di individuare il numero minimo di prodotti/servizi che l’impresa deve produrre/erogare per “pareggiare” i costi con i ricavi, per non registrare quindi delle perdite.

L’obiettivo è dunque individuare il numero di prodotti/servizi da produrre/erogare oltre il quale l’impresa comincia realmente a guadagnare.

Il calcolo delle quantità di pareggio consente inoltre di determinare i margini di sicurezza, cioè lo scarto tra il numero di servizi che l’impresa si propone di erogare e quello di pareggio.

 

Il punto di pareggio in sostanza deve rispondere a domande quali, ad esempio:

  • Quanto devo fatturare per coprire almeno i costi esterni?

  • Quanto devo fatturare per raggiungere gli obiettivi reddituali desiderati?

  • Quali combinazioni tra fatturato, margini e livello di costi fissi devo cercare di tenere in equilibrio per raggiungere buoni risultati?


I costi variabili, fissi e misti

Per poter calcolare il punto di pareggio è necessario conoscere preventivamente i costi che l’impresa sostiene, analizzandoli da diversi punti di vista.

I costi che un’impresa sostiene per l’erogazione di servizi possono essere, infatti, classificati secondo diversi criteri.

segue




Dove rivolgersi