Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Registro Imprese >> Metrologia e sicurezza prodotto - Accertamenti >> Sicurezza dei prodotti >> Dispositivi di protezione individuale
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Dispositivi di protezione individuale - Campo di applicazione

Il Decreto legislativo 4 dicembre 1992 n. 475 definisce dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) i prodotti che hanno la funzione di salvaguardare la persona che l'indossi o comunque li porti con sè, da rischi per la salute e la sicurezza.

Non rientrano nell'ambito di applicazione della norma:

  1. D.P.I. progettati e fabbricati specificatamente per le forze armate o quelle per il mantenimento dell'ordine (caschi, scudi, ecc...);

  2. D.P.I. di autodifesa in caso di aggressione (generatori aerosol, armi individuali eccetera);

  3. D.P.I. progettati e fabbricati per uso privato contro:

    - le condizioni atmosferiche (ombrelli, scarpe, stivali, eccetera);

    - l'umidità, l'acqua (guanti per rigovernare, eccetera);

    - il calore (guanti, eccetera);

  4. D.P.I. destinati alla protezione o al salvataggio di persone imbarcate a bordo di navi o aereomobili, che non siano portati ininterrottamente;

  5. caschi e visiere per utilizzatori di veicoli a motore a due o tre ruote.

Gli occhiali da sole sono classificati tra i dispositivi di protezione individuale di I categoria, ovvero dispositivi di progettazione semplice che hanno la funzione di salvaguardare la persona da rischi di danni fisici di lieve entità quale l'azione lesiva dei raggi solari. Gli occhiali da sole, per circolare nel mercato comunitario, devono essere sicuri e conformi cioè devono possedere i requisiti di salute e di sicurezza previsti dall' Allegato II del Decreto legislativo 4 dicembre 1992 n. 475.

documento in formato pdf Allegato II - Requisiti di salute e sicurezza (dimensione 90,3 Kb)

La conformità è dichiarata dal fabbricante che, previa predisposizione della dichiarazione di conformità, della documentazione tecnica (fascicolo tecnico) e della nota informativa, ne appone la marcatura CE.

documento in formato pdf Allegato III - Documentazione tecnica (dimensione 57,9 Kb)

Prima di essere immessi sul mercato, devono pertanto obbligatoriamente possedere:

- la marcatura CE: deve essere apposta in modo visibile, leggibile, indelebile e inconfondibile; in questo modo attesta che il prodotto risponde a tutti i requisiti essenziali di sicurezza. Al fine di provare la conformità, il fabbricante ha l'obbligo di redigere e conservare la dichiarazione di conformità e la documentazione tecnica del prodotto.

- la nota informativa: costituisce uno dei requisiti essenziali di sicurezza e deve essere preparata e rilasciata dal fabbricante ; deve essere redatta in lingua italiana e deve contenere:

  • il nome e indirizzo del fabbricante o del suo mandatario;

  • le istruzioni di deposito, di impiego, di pulizia, di manutenzione, di revisione e di disinfezione. I prodotti di pulizia, di manutenzione o di disinfezione consigliati da fabbricante non devono avere nelle loro modalit√† d'uso alcun effetto nocivo per i DPI o per l'utilizzatore;

  • le prestazioni ottenute agli esami tecnici effettuati per verificare i livelli o le classi di protezione del D.P.I.;

  • gli accessori utilizzabili con i D.P.I. e le caratteristiche dei pezzi di ricambio appropriati;

  • le classi di protezione adeguate a diversi livelli di rischio e i corrispondenti limiti di utilizzazione;

  • la data o il termine di scadenza del D.P.I. o di alcuni dei loro componenti;

  • il tipo di imballaggio appropriato per il trasporto;

  • il significato della marcatura. La nota informativa deve essere redatta in modo preciso, comprensibile e almeno nella o nelle lingue ufficiali dello Stato membro dove il prodotto viene distribuito.

     

Vigilanza e controlli

La vigilanza sulla sicurezza dei D.P.I. spetta al Ministero dello Sviluppo Economico che si avvale delle Camere di Commercio, della Guardia di Finanza e di altri Organi di Polizia; le Camere di commercio sono, in particolare, competenti in merito alla vigilanza sulla sicurezza dei D.P.I. di I categoria.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, quando accerta che il dispositivo, anche se munito di marcatura CE ed utilizzato conformemente alla propria destinazione, rischia di pregiudicare la sicurezza delle persone, ne ordina il ritiro temporaneo dal mercato e ne vieta o limita la circolazione.

Sanzioni

Le sanzioni sono previste dall'articolo 12, 13 e dall'Allegato II del decreto legislativo 4 dicembre 1992, n. 475 documento in formato pdf Sanzioni (dimensione 55 Kb).

Solo per gli aspetti non coperti dalle normative di settore vengono applicate le sanzioni previste dall’Art. 112 D.Lgs. 6/9/2005 n. 206.

 

Link utili

Sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it

Sito internet dell' Agenzia delle Dogane www.agenziadogane.it

"Guida all'acquisto e all'uso degli occhiali dal sole" - Campagna informativa a cura del Ministero delle Attività produttive (ora Sviluppo eonomico) con il patrocinio della Commissione europea e del Ministero della Salute
documento in formato pdf Guida (dimensione 1,13 Mb)

Segnalazione di non conformità di un D.P.I.

Per segnalare dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) non conformi da sottoporre ad eventuale verifica da parte della Camera di Commercio di Brescia è possibile utilizzare anche la procedura disponibile nella pagina Richieste on line

 

Normativa di riferimento

Le leggi nazionali

  • Decreto Legislativo n. 475 del 4 dicembre 1992 in attuazione della direttiva comunitaria 89/686/CEE relativa al ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri sui dispositivi di protezione individuale.

Le leggi Comunitarie

  • Direttiva 89/686/CEE del Consiglio del 21 dicembre1989, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri sui dispositivi di protezione individuali.

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader

 





Dove rivolgersi
Ufficio:Metrico e Tutela del Prodotto
Attività Ispettive e di Vigilanza
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - Salone Piano Terra (ingresso da Via Benedetto Croce)
Contatti:Tel. 030.3725.241
E-mail: sicurezza.prodotti@bs.camcom.it
posta elettronica certificata (P.E.C.): registroimprese.brescia@bs.legalmail.camcom.it
Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00
Attivit√†¬†dell'ufficio presenti sul sito:Attivit√† ispettive e di vigilanza   Sicurezza dei prodotti   Prodotti elettrici bassa tensione   EMG Compatibilit√† elettromagnetica   Giocattoli   Prodotti tessili   Calzature   CO2   Pentole a pressione   Etichettatura energetica   Magazzini generali