Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Brescia
 
Homepage >> Registro Imprese >> Metrologia e sicurezza prodotto - Accertamenti >> Magazzini generali
Invia ad un amico Stampa questa pagina

Magazzini generali

I Magazzini Generali sono infrastrutture adibite con responsabilità alla custodia e alla conservazione delle merci e delle derrate depositate, sia nazionali che estere; rilasciano, ai depositanti che ne facciano espressa richiesta, fedi di deposito (che attribuiscono la titolarità della merce depositata) e note di pegno (che attribuiscono un diritto di garanziaalle merci stesse); provvedono alla vendita volontaria o forzata ai pubblici incanti delle cose depositate.

Il Magazzino Generale è tenuto ad avere apposito Regolamento contenente l'indicazione degli obblighi che assume rispetto alla introduzione ed alla estrazione delle merci, alla loro conservazione, alla avarie e ai cali che vi si possano verificare; dovrà tenere apposita contabilità per l'attività di entrata e uscita delle merci e stipulare adeguate assicurazioni contro i rischi inerenti l'esercizio dell'attività (per es. assicurazione per il fabbricato, gli uffici, il magazzino, i macchinari e le attrezzature, le merci fisse, le merci flottanti, il furto, l'incendio, eventi socio-politici e dolosi, eventi atmosferici, terremoto, inondazioni, alluvioni, allagamenti, acqua condotta, grandine, fenomeni elettrici, errori di manovra e manutenzione, responsabilità civile verso terzi e prestatori di lavoro); dovrà inoltre versare una congrua cauzione a garanzia delle obbligazioni verso l'erario, i depositanti ed i loro aventi causa.

Le note di pegno eventualmente emesse dovranno essere stampate su carta filigranata con impressa la denominazione sociale dell'impresa.

Per l'eventuale deposito di merci estere il Magazzino Generale è tenuto ad inoltrare domanda di autorizzazione e relativa documentazione alla Direzione Compartimentale delle Dogane competente per territorio.

Apertura di Magazzino Generale

Per l'avvio dell'attività di Magazzino Generale l'impresa è tenuta a compilare lo specifico modello SCIA -Segnalazione Certificata di Inizio Attività, sez A,disponibile sul portale SUAP del Comune competente per territorio; al modello dovrà essere allegata la seguente documentazione (in formato PDF/A РISO 19005) a seconda che trattasi di locali da costruire o da trasformare, oppure locali già esistenti:

Locali da costruire o da trasformare

  • il progetto delle opere da compiere, munito del “visto” del competente Ufficio regionale o delegato che ha assorbito le competenze dell'Ufficio del genio civile;

  • il piano finanziario (il capitale che sar√† destinato all'acquisto dei terreni, alla costruzione dei fabbricati, degli impianti meccanici, dei raccordi ferroviari, ecc.. per l'esercizio dell'attivit√†) con l'indicazione delle persone o enti che forniscono i capitali necessari;

  • la specificazione delle categorie di merci al cui deposito il Magazzino √® destinato sia per le merci nazionali che per quelle estere e le indicazioni precise e particolareggiate di tutti i locali che saranno destinati al Magazzino;

  • il Regolamento contenente l'indicazione degli obblighi che l'esercente il Magazzino assume rispetto alla introduzione ed alla estrazione delle merci, alla loro conservazione, alle avarie e ai cali che vi si possono verificare;

  • la copia dell’atto costitutivo e dello statuto aggiornato della societ√†, o copia dell’atto di trasformazione;

  • la copia del certificato di agibilit√†;

  • la copia della licenza sanitaria;

  • la copia del certificato di prevenzione incendi;

  • la copia per immagine (scansione) del titolo della cauzione; l'originale di tale titolo dovr√† essere tenuto a disposizione dall'impresa e consegnato ai funzionari ispettivi della Camera di commercio in occasione della prima ispezione. Per l’ammontare e le modalit√† di versamento della cauzione si rimanda al paragrafo documento in formato pdf Deposito cauzionale (dimensione 78 kb)

    Locali già costruiti ed esistenti

  • le planimetrie dei locali adibiti a Magazzino Generale, unitamente a perizia munita del “visto” del competente Ufficio regionale o delegato che ha assorbito le competenze dell'Ufficio del genio civile;

  • la specificazione delle categorie di merci al cui deposito il Magazzino √® destinato sia per le merci nazionali che per quelle estere e le indicazioni precise e particolareggiate di tutti i locali che saranno destinati al Magazzino;

  • il Regolamento contenente l'indicazione degli obblighi che l'esercente il Magazzino assume rispetto alla introduzione ed alla estrazione delle merci, alla loro conservazione, alle avarie e ai cali che vi si possono verificare;

  • la copia dell’atto costitutivo e dello statuto aggiornato della societ√†, o copia dell’atto di trasformazione;

  • la copia del certificato di agibilit√†;

  • la copia della licenza sanitaria;

  • la copia del certificato di prevenzione incendi;

  • la copia per immagine (scansione) del titolo della cauzione, l'originale di tale titolo dovr√† essere tenuto a disposizione dall'impresa e consegnato ai funzionari ispettivi della Camera di commercio in occasione della prima ispezione. Per l’ammontare e le modalit√† di versamento della cauzione si rimanda al paragrafo documento in formato pdf Deposito cauzionale (dimensione 78 kb)

Modificazione di Magazzino Generale

Qualunque modificazione dell'attività di Magazzino Generale è soggetta alla compilazione da parte dell'impresa dello specifico modello SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività, sez B, disponibile sul portale SUAP del Comune competente per territorio.

La modulistica SCIA propone tre sostanziali tipologie di modificazioni:

Modificazioni relative all'impresa: sono le modificazioni che hanno rilevanza sull'attività, quali le operazioni straordinarie (per es. fusione, scissione, trasformazione, trasferimento sede legale, non operativa, in altro Comune, modifica della denominazione, del capitale sociale o del Regolamento del Magazzino Generale) che comunque non incidono sui locali ove viene esercitata l'attività.

Tali istanze richiedono la compilazione del modello Scia, sez. B1 e/o B2.

Modificazioni relative ai locali del magazzino generale: sono quelle relative alla struttura e consistenza immobiliare del Magazzino (per es.. variazioni toponomastiche o di indirizzo del magazzino generale, variazioni strutturali comportanti o meno un aumento o una riduzione di superficie, sia per la parte coperta che scoperta Рtettoie e pensiline - oppure le modifiche riguardanti le merci al cui deposito il magazzino è destinato; a tali modifiche ne conseguono necessariamente gli adempimenti relativi alla cartografia planimetria e perizia).

Tali istanze richiedono la compilazione del modello SCIA, sez. B3 e/o B4 al quale deve essere allegata la seguente documentazione (in formato PDF/A – ISO 19005 ):

a) per le opere da compiere o per le strutture da modificare, il progetto munito del visto del competente Ufficio regionale o delegato che ha assorbito le competenze dell'Ufficio del genio civile;

b) per le opere già esistenti le relative planimetrie unitamente a perizia munita del visto del competente Ufficio regionale o delegato che ha assorbito le competenze dell'Ufficio del genio civile.

Modificazioni marginali: sono le modificazioni che non incidono sull'attività e sui locali ove la stessa viene esercitata e riguardano, per esempio, il trasferimento della sede legale nell'ambito dello stesso Comune e sono necessarie al SUAP competente per garantire la perfetta adesione delle risultanze documentali alla realtà. Tali istanze richiedono la compilazione del modello SCIA,sez. B5.

Cessazione dell'attività di Magazzino Generale

a cessazione dell'attività di Magazzino Generale è soggetta alla compilazione del modello SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività, sezione C, disponibile sul portale SUAP del Comune competente per territorio.

Contestualmente alla cessazione dell'attività di Magazzino Generale, l'impresa è tenuta a chiedere al Ministero dello Sviluppo economico la liberazione della cauzione prestata, consapevole che la richiesta sarà pubblicata nel registro delle imprese e nell'albo della Camera di commercio e che la liberazione della cauzione potrà essere pronunciata dalla Camera di commercio solo dopo che saranno trascorsi quaranta giorni dalla data dell'ultima di tali pubblicazioni senza che vi siano state opposizioni.

 

Procedura di presentazione della modulistica relativa all'inizio, alla modificazione, alla cessazione dell'attività di magazzino generale al registro delle imprese

L'impresa che intendeiniziare, modificare, cessarel'attivit√† di magazzino generale nonch√© comunicare l’aggiornamento del deposito cauzionale √® tenuta a compilare e trasmettere il modello SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attivit√† –sez B, con la modalit√† della Comunicazione unica, all'Ufficio del registro delle imprese della Camera di commercio competente per territorio che immediatamente la trasmette al SUAP e, per il tramite di questo, al Ministero dello Sviluppo Economico per la verifica dei requisiti.

Il modello SCIA, disponibile sul portale SUAP del Comune competente per territorio, deve essere compilato e poi spedito unitamente (previa “importazione”) alla modulistica prevista per la presentazione delle istanze al registro delle imprese (utilizzando l'applicativo Starweb o Fedra).

All'istanza diretta al registro delle imprese (che poi la trasmette al SUAP e, per il tramite di questo, al Ministero dello Sviluppo Economico per la verifica dei requisiti) deve essere allegata, oltre a tutta la documentazione prevista per l'inizio/la modificazione/la cessazione dell'attività, anche la seguente modulistica (in formato PDF/A РISO 19005):

  1. il modello SCIA REGIONALE disponibile sul portale SUAP del Comune competente per la parte e per gli aspetti edilizi di competenza del SUAP/SUE, ASL (ora “ATS”) e ARPA;

  2. il modello di DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE RELATIVA AI REQUISITI MORALI dell’antimafia (insussistenza delle cause ostative previste dal Decreto Legislativo n. 159/2011) e dei requisiti di onorabilit√† specifici per l’attivit√† di magazzino generale (ai sensi del combinato disposto dell’art. 80-quinquies, comma 7, Decreto legislativo n. 147/2012 e dall’art. 71, commi 1, 3 e 4 del Decreto legislativo n. 59/2011) per i soggetti e secondo le modalit√† descritte in calce alla stessa modulistica.

La SCIA e tutta la documentazione allegata all'istanza diretta al registro delle imprese e relativa all'inizio, alla modificazione o alla cessazione dell'attività di magazzino generale verrà acquisita al fascicolo informatico d'impresa.

Vigilanza e controlli

La Camera di Commercio esercita funzioni di vigilanza effettuando ispezioni annuali presso i Magazzini Generali presenti sul territorio provinciale; verifica il buono stato di conservazione delle merci, esamina i registri di entrata/uscita delle merci, i tariffari applicati per il deposito delle merci, la validità della cauzione, le fedi di deposito e le note di pegno (ove presenti) ed ogni altro documento relativo all'attività (per esempio le polizze assicurative stipulate a tutela delle merci, dei depositanti e dei locali adibiti a Magazzino Generale).

Modulistica

- SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attivit√†- modello informatico compilabile da spedire unitamente e obbligatoriamente (previa “importazione”) alla modulistica prevista per la presentazione delle istanze al registro delle imprese √® disponibile sul portale SUAP del Comune competente per territorio;

documento in formato pdf Modello MG/PF (dimensione 102 kb) - Modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa al requisito morale di persona fisica- attivit√† di magazzino generale (art. 80-quinquies D.lgs. 14/08/2012, n. 147) da identificare con il codice documento “C29”;Pdf

documento in formato pdf Modello MG/PG (dimensione 102 kb) - Modello di dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura relativa al requisito morale da parte di persona giuridica (nei casi in cui il socio unico o il socio di maggioranza della societ√† di capitali esercente l’attivit√† di magazzino generale sia a sua volta una persona giuridica) da identificare con il codice documento “C29”;Pdf

L’istanza contenente la SCIA √® esente da imposta di bollo ed √® soggetta ai diritti di segreteria previsti per i consueti adempimenti al registro delle imprese: euro 18,00 per imprese individuali o euro 30,00 per le societ√†.

segue

Normativa di riferimento

Leggi nazionali:
Regio Decreto 1 luglio 1926, n. 2290;
Regio Decreto 16 gennaio 1927, n. 126;
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59;
Decreto legislativo 6 agosto 2012, n. 147.

Circolari:

documento in formato pdf Circolare MiSE n. 3684 C del 22 dicembre 2015 (dimensione 312 Kb)

documento in formato pdf Circolare MiSE n. 3693 C del 20 settembre 2016 (dimensione 229 kb)

documento in formato pdf Circolare MiSE n. 4053 del 6 febbraio 2017 (dimensione 962 Kb)

documento in formato pdf Circolare MiSE n. 47668 del 10 febbraio 2017 (dimensione 607 Kb)


Le leggi Comunitarie:
Direttiva 22006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno.

Link utili:
Sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader

 





Dove rivolgersi
Ufficio:Metrico e Tutela del Prodotto
Attività Ispettive e di Vigilanza
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - Salone Piano Terra (ingresso da Via Benedetto Croce)
Contatti:Tel. 030.3725.241
E-mail: sicurezza.prodotti@bs.camcom.it
posta elettronica certificata (P.E.C.): registroimprese.brescia@bs.legalmail.camcom.it
Orari di apertura al pubblico:Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00
Attivit√†¬†dell'ufficio presenti sul sito:Attivit√† ispettive e di vigilanza   Sicurezza dei prodotti   Prodotti elettrici bassa tensione   EMG Compatibilit√† elettromagnetica   Giocattoli   Prodotti tessili   Calzature   Dispositivi di protezione individuale   CO2   Pentole a pressione   Etichettatura energetica