Attenzione a ...

In considerazione del protrarsi del periodo di emergenza sanitaria causato dal COVID 19 che sta coinvolgendo l’intero sistema Paese e al fine di agevolare le imprese Cooperative, Regione Lombardia ha posticipato il periodo utile per la presentazione delle istanze di mantenimento dei requisiti di iscrizione nell'Albo (C.U.R.di mantenimento) dal 1 giugno 2021 al 30 settembre 2021.

Che cosa è

Il tachigrafo (in origine cronotachigrafo, successivamente evoluto nel tachigrafo digitale e oggi nel tachigrafo intelligente) è un dispositivo installato a bordo dei veicoli commerciali ed industriali circolanti nell'area della comunità europea. Il suo utilizzo è obbligatorio, ai sensi dell'art. 2 del Regolamento (UE) 561/2006, sui veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate e su veicoli adibiti

Il dispositivo consente la misurazione di tre parametri: la velocità del veicolo, il tempo di guida e riposo dell'autista e la distanza percorsa.

Dal 1° maggio 2006 tutti i veicoli di nuova immatricolazione adibiti al trasporto su strada di merci (veicoli di portata superiore a 3,5 tonnellate) e di persone (veicoli superiori ai 9 posti) dovevano essere equipaggiati con il tachigrafo digitale.

Dal 15 giugno 2019, i veicoli di nuova immatricolazione devono essere dotati nel nuovo tachigrafo intelligente che integra al suo interno un modulo di posizionamento satellitare GNSS (Global Navigation Satellite System) e un modulo per la trasmissione dati in modalità wireless DSRC (Dedicated Short-Range Communication) .

Il tachigrafo (sia digitale che intelligente) è costituito da due elementi fondamentali per il suo utilizzo:

  • un'unità veicolo: è un apparecchio simile ad un'autoradio o ad un lettore cd, che comprende due lettori smart card, un selettore d'entrata manuale, uno schermo per la visualizzazione dei dati e una piccola stampante;

  • una smart card (o carta tachigrafica): ha funzioni e utilizzi specifici a seconda che sia una carta del conducente (utilizzata per la registrazione dei tempi di guida e riposo), una carta dell'azienda (utilizzata per accedere ai tachigrafi digitali presenti sui propri mezzi aziendali), una carta di controllo (utilizzata dalle autorità per i controlli su tachigrafi digitali e dati registrati), una carta dell'officina (utilizzata per l'installazione, l'attivazione, le calibrature e la manutenzione dei tachigrafi).

A chi serve

Il suo utilizzo è obbligatorio, ai sensi dell'art. 2 del Regolamento (UE) 561/2006, sui veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate e su veicoli adibiti al trasporto di persone con un numero di persone, compreso il conducente, superiore a 9.

Pertanto, i soggetti che devono dotarsi di carta tachigrafica sono: i conducenti, le imprese di trasporto, le officine e le autorità di controllo.

Le carte tachigrafiche sono rilasciate dalla Camera di commercio competente per territorio.

Per maggiori informazioni sulle procedure di rilascio delle carte tachigrafiche è possibile visitare la pagina dedicata:

L'art. 3 del Regolamento (UE) 561/2006 indica delle eccezioni all'obbligo di utilizzo del tachigrafo:

  • veicoli di linea per trasporto di passeggeri con percorsi entro i 50 km,

  • veicoli di proprietà delle forze armate, protezione civile, vigili del fuoco e simili;

  • veicoli utilizzati per trasporto non commerciale di aiuto umanitario;

  • veicoli speciali adibiti ad usi medici;

  • veicoli per prove su strada;

  • carri attrezzi specializzati che operano entro un raggio di 100 km dalla propria base operativa;

  • veicoli di massa massima ammissibile non superiore a 7,5 tonnellate, adibiti al trasporto non commerciale di merci entro un raggio massimo di 50 km dalla sede dell'azienda;

  • veicoli commerciali che rientrano nella categoria dei veicoli storici e sono utilizzati per il trasporto non commerciale di passeggeri e di merci.

Normativa di riferimento

documento in formato pdf Legge n. 727 del 13 novembre 1978 (dimensione 58 Kb)

documento in formato pdf Regolamento CE n. 3821/85 (dimensione 56 Kb)

documento in formato pdf Regolamento CEE n. 1360/02 (dimensione 4,4 Mb)

documento in formato pdf Regolamento CE n. 2135/98 (dimensione 335 Kb)

documento in formato pdf D.M. n. 361 del 31 ottobre 2003 (dimensione 50 Kb)

documento in formato pdf Decreto 23 giugno 2005 (dimensione 3,54 MB)

documento in formato pdf D.M. 10 agosto 2007 (dimensione 3.094 Kb)

documento in formato pdf Regolamento 561/2006 (dimensione 9,44 MB)

documento in formato pdf Regolamento (UE) n. 165/2014 (dimensione 1050 Kb)

 

link al sito www.adobe.com Per scaricare il software Acrobat Reader

 





Dove rivolgersi
Ufficio:Metrico e Tutela del Prodotto
Metrologia
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia
Contatti:Tel. 030.3725.386
E-mail: metrico@bs.camcom.it
posta elettronica certificata (P.E.C.): metrico.brescia@bs.legalmail.camcom.it
Modalità di richieste on line: collegarsi alla pagina SERVIZIonline
Attività dell'ufficio presenti sul sito:Trasferimenti e cessazioni officine   Autorizzazioni Centri tecnici   Metrologia legale   Verifica periodica   Utenti e fabbricanti metrici   Operatori metalli preziosi   Preimballaggi   Peso netto   Verifica prima